• IL PROGETTO MALAIKA


    La casa famiglia Malaika Children’s Home, a pochi chilometri da Arusha nelle vicinanze del villaggio di Moshono, inizia a funzionare in questa sede nel 2008, due anni dopo l’acquisto del terreno da parte delle fondatrici Jutta e Francesca e l’inizio della costruzione della casa.

    LEGGI

  • I VALORI


    In Tanzania, come in molti Paesi africani, l’abbandono dei minori è un problema grave che coinvolge purtroppo un gran numero di bambini. Per riuscire a risolverlo sarebbero necessari interventi strutturali nell’organizzazione, nella cultura e nell’educazione del Paese, che esulano dalle possibilità di una piccola organizzazione come MCF.

    LEGGI

  • LA NOSTRA STORIA


    La nascita di Malaika Children’s Friends è frutto dell’entusiasmo di cinque amici che vivono a Milano: dopo un primo contatto con i bambini ospitati nella casa famiglia al termine di un viaggio in Tanzania, Francesco e Giulia restano colpiti da questa iniziativa e decidono di fornire il loro supporto coinvolgendo gli amici Simona, Michela e Lorenzo.

    LEGGI

  • COME AIUTARCI


    Malaika vive grazie ai contributi dei donatori e degli sponsor. Ogni vostro aiuto è importante per sostenere la crescita dei giovani seguiti da Malaika!

    LEGGI

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per seguire le nostre attività e i progetti che realizziamo grazie al vostro aiuto.
ISCRIVITI

Buon Natale e Felice Anno Nuovo da Malaika!

01 dicembre, 2019Posted In : Senza categoria

Vogliamo augurarvi un meraviglioso Natale e un felice anno nuovo! Quest'anno è stato fantastico. So LEGGI

GIVING TUESDAY – Diventa un Malaika’s Guardian!

28 novembre, 2019Posted In : Senza categoria

Il GIVING TUESDAY  si avvicina e anche quest'anno rappresenta un'occasione unica per noi e per i no LEGGI

Banchetto solidale in Piazza Tre Torri (city life) – Milano

24 novembre, 2019Posted In : News , News , News

Volete incontrarci e scoprire di più sulla nostra piccola grande famiglia? Allora non potete mancar LEGGI

  • Seguiamo la crescita dei bambini perché possano diventare donne e uomini indipendenti nella loro terra e non poveri assistiti.